[ Lettere ]
 [ Proposte ]
 [ Solleciti ]
lunedì , 10 agosto 2020
 
 
PERSONALE
:: Home
:: Biografia
:: Recapiti
:: Scrivimi
:: Legal Note
   
INIZIATIVE
:: Campagna risparmio idrico
:: Osservatorio sulla sicurezza
:: Campagna sul decoro urbano
   
ASSOCIAZIONE
:: Info
:: Archivio
   
CERCA NEL SITO
powered by Google
STAFF AREA
Username
Password

 

   
   

Documenti

Dettaglio documento pubblicato n. 332
 
Foto non disponibile
Data: 22/01/2003
Destinatario: Gruppo Consiliare di F.I. Comune di Roma On.le Pasquale De luca
Descrizione: Ordine del Giorno da proporre al Consiglio Comunale per i rottamatori a Casale Caletto
   
Dettaglio:
Roma 22/01/03 Dal Consigliere Mario Remoli V° Municipio Proposta di O.d.G. da sottoporre al Consiglio Comunale di Roma ORDINE DEL GIORNO PREMESSO che, con accordo di programma concluso in data 02/10/97 fra il Comune di Roma e la Regione Lazio, sono stati individuati siti compatibili per attività di autodemolizione e rottamazione in zona Tor Cervara, pubblicato sul BURL del 20/02/98, senza che i cittadini venissero preventivamente informati; - che, i proprietari espropriandi hanno esperito ricorso al TAR del Lazio, il quale ha emesso una ordinanza cautelare di sospensiva, confermata dalla sentenza del Consiglio di Stato; - che, tale accordo di programma non ha tenuto conto delle aspettative dei cittadini residenti e delle difficoltà che tali siti di autodemolizione e rottamazione comprometterebbero negativamente l’intera area di Casale Caletto e Tor Cervara; - che, è stato più volte dichiarato dalla Giunta Comunale, dall’allora Sindaco di Roma On.le Francesco Rutelli, sulla scorta di varie delibere Comunali, i siti di autodemolizione sarebbero dovuti sorgere esclusivamente in aree esterne al GRA, proprio per non compromettere con il proprio impatto ambientale alcune zone periferiche già altamente degradate della città di Roma. - che lo stesso Sindaco On.le Valter Veltroni ha fatto proprio nel suo programma la riqualificazione delle periferie romane in sintonia con il Suo predecessore; - che il Presidente del V Municipio, Ivano Caradonna nel suo programma di governo si ispira profondamente alla linea sopra esposta, per dare maggiore vivibilità, decoro e riscatto anche in questa parte della città di Roma; - che, tutta la zona di Casale Caletto e Tor Cervara è limitrofe a importanti parchi del V° Municipio (Cervelletta – Aniene) e quindi ricadente sotto la tutela dell’art. 10 della Legge Regionale 29/97; - che, la zona di Tor Cervara è vincolata dalle prescrizioni del vigente Piano Territoriale Paesaggistico, ambito 15/9, ai sensi della Legge Regionale 24/98; - che le cartografie e le norme del P.T.P. indicano gran parte della zona di Tor Cervara come vincolata dalla Sprindendenza Archeologica di Roma, ambito di tutela archeologica L, (abitato e necropoli La Rustica); - che le aree individuate ricadono in corrispondenza del Fosso di Tor Sapienza, con terreno alluvionale permeabile, sede di falda acquifera a bassissima profondità; - che insiste sull’area una zona industriale di notevole produttività consistente a produrre lavoro ed occupazione a migliaia di famiglie; - che tale situazione di fatto metterebbe a rischio la produttività stessa delle imprese industriali con una inevitabile ripercussione negativa nell’ambito della occupazione; - che i previsti impianti di autodemolizione avrebbero un impatto paesaggistico – ambientale visivo devastante in una area già notevolmente mortificata; - che i terreni individuati come idonei al sito per autodemolitori presentano una marcata naturalità, come si legge nelle norme del P.T.P. 15/9, zona con vegetazione naturale spontanea tipica dell’Agro Romano, abitat di fauna particolarmente pregiata dal punto di vista naturalistico. CONSIDERATO che, il Piano di Stralcio Straordinario per le aree a rischio idrogeologico del Bacino del fiume Tevere, inseriscono la zona di Casale Caletto e Tor Cervara, tra le aree a rischio molto elevato (R4); - che il Consiglio Municipale V°, nella sua totalità ha espresso parere contrario alla proposta dello stesso Comune di Roma per le attività di rottamatori in zona Casale Caletto, Tor Cervara, dando opportune indicazioni di possibili trasferimenti in altre aree municipali; - che il parere contrario del V° Municipio è vincolante, ai sensi dell’art. 15 comma 7 delle NTA, ultima versione, approvata dalla stessa Giunta Comunale; VISTA, la bozza di Nuovo PRG attualmente oggetto di dibattito in Consiglio Comunale di Roma la quale presenta un profilo di illegittimità sostanziale relativamente ad una zonizzazione M6 (attività per autodemolizione e rottamazione di veicoli) prevista dal Comune di Roma in località “Tor Cervara”; - la zonizzazione ricadente in un’area a rischio idraulico massimo, come risulta evidente dagli elaborati grafici del progetto di Piano di bacino-stralcio per l’assetto idrogeologico del fiume Tevere (P.A.I.), adottato con la delibera n. 101 del 1 agosto 2002 del Comitato Istituzionale dell’Autorità di Bacino del fiume Tevere, ai sensi del comma 1 dell’art. 18 della legge 18 maggio 1989, n. 183, e dell’art. 1 del decreto-legge 11 giugno 1998, n. 180; - il predetto progetto di PAI è depositato e visionabile al pubblico, oltre che presso gli uffici dell’Autorità di Bacino del fiume Tevere, anche presso il Servizio geologico della Regione Lazio, sito come noto in Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 - palazzina B - III piano - stanza 86; - Il PAI, come tutta la pianificazione di area vasta in generale, e la pianificazione di bacino in particolare, è sovraordinato rispetto agli strumenti urbanistici comunali; VISTI INOLTRE gli art.: 41, 25, 37 della Normativa di Attuazione: misure di salvaguardia; fascia A; disciplina d'assetto del fiume Aniene a valle del GRA. Il Consiglio Comunale, nella seduta del ………………… IMPEGNA - il Sindaco di Roma O.le Valter Veltroni a farsi promotore e parte diligente nel porre in essere tutti gli atti e le azioni che impediscano la collocazione di attività di autodemolizioni e rottamazione in zona Casale Caletto – Tor Cervara, cancellando la zonizzazione M6 attualmente prevista dalla “Variante delle Certezze” nella zona di Tor Cervara, inserendo tali attività nelle aree proposte dallo stesso Consiglio Municipale V° , oltre il GRA.
   

 
 

Inizio Pagina
Pagina precedente
Stampa questa pagina
Gedaservice
V Municipio - Via Giuseppe Rosaccio, 97 - 00156 Roma
Cell.  +39 360 428942 - Fax +39 06 68352564
Cookie Policy
Visite: 31771
Documento conforme standard W3C