[ Lettere ]
 [ Proposte ]
 [ Solleciti ]
martedì , 27 ottobre 2020
 
 
PERSONALE
:: Home
:: Biografia
:: Recapiti
:: Scrivimi
:: Legal Note
   
INIZIATIVE
:: Campagna risparmio idrico
:: Osservatorio sulla sicurezza
:: Campagna sul decoro urbano
   
ASSOCIAZIONE
:: Info
:: Archivio
   
CERCA NEL SITO
powered by Google
STAFF AREA
Username
Password

 

   
   

Documenti

Dettaglio documento pubblicato n. 400
 
Immagine documento
Data: 15/12/2003
Destinatario: Presidente V° Municipio
Descrizione: Nomadi
   
Dettaglio:
NOMADI Un fenomeno unico al quale vanno date risposte uniche, esistono oltre 20 campi nomadi ubicati in diversi quartieri della città, le stime secondo gli ultimi sondaggi ci portano a scoprire un numero pari a 6.000 persone, ma sono stime e valutazioni che ritengo essere lontane dalla realtà, basti pensare a tutta quella miriade di situazioni sommerse che non affiorano nella quotidianità ma si riscontrano per caso quando qualcosa di grave e delittuoso accade. Alcuni e non pochi campi sosta insistono sul nostro territorio Municipale ed altri, anche se localizzati in territorio non specificatamente di nostra competenza a causa della vicinanza gravitano come peso sociale nel V° Municipio. Persone che il più delle volte vivono di espedienti, furti in appartamenti, furti di auto, scippi, borseggi e quant’altro; è questo un problema che desta un forte allarme sociale e la situazione, nonostante il continuo impegno dei Municipi e dello Stesso Campidoglio non è destinata a migliorare per ancora molto tempo, spesso a causa dell’atteggiamento di quei capi famiglia che continuano a spingere anziani e minori all’accattonaggio, alle attività predatori e vanificando così le numerose iniziative assistenziali e sociali protese a creare condizioni di vita umane nei campi ed avviare nel contesto, quel processo di scolarizzazione e di inserimento sociale all’interno del territorio. Su questo fronte occorre investire numerose risorse economiche e umane, che purtroppo lo stesso Stato centrale tende a ridurre, e gli stessi sforzi delle Amministrazioni Locali non permettono di recepire all’esterno il grande lavoro che si produce giornalmente su questo fronte. Senza poi entrare nel merito di alcune iniziative negative ad alto tenore propagandistico e strumentale che tendono a inasprire lo scontro sociale anziché attenuarlo conducendolo ad un confronto politico corretto alla base del quale vi si riscontrino proposte valide ed attuabili. Se una soluzione è possibile studiare e concretizzare, e non è certo l’uovo di Colombo è quello della creazione e del controllo di piccoli campi sosta, piccoli da essere mantenuti sotto sicurezza sociale, e non soltanto con la presenza delle Forze di Polizia ma principalmente dagli operatori sociali ai quali comunque va garantita la totale sicurezza e la collaborazione delle Istituzioni. Portare i servizi sul posto, tentare di inserirli gradatamente attraverso il dialogo e l’esempio attraverso la assidua presenza di operatori sociali e mediatori sociali, dare la possibilità alle associazioni di gestire queste piccole comunità avviandole gradatamente verso un inserimento graduale ma effettivo all’interno della collettività.
   

 
 

Inizio Pagina
Pagina precedente
Stampa questa pagina
Gedaservice
V Municipio - Via Giuseppe Rosaccio, 97 - 00156 Roma
Cell.  +39 360 428942 - Fax +39 06 68352564
Cookie Policy
Visite: 31831
Documento conforme standard W3C